Sogno d’ inverno

Lo sogno ancora, il bianco silenzioso
così bianco e freddo che neanche il sole che filtra dagli alberi riesce a scaldarlo.
C’è bianco dappertutto nel sogno e vento
che come cosa viva soffia via la neve dagli alberi trasformandola in aguzzi spilli.
Anche i pini bianchi e carichi di neve si confondono col vento
e il camminare si fa duro.
Visto da uno chalet sembrerebbe uno spettacolo magnifico
ma da quel bianco non si vede l’uscita dal bosco e la via del ritorno.
Il tenentino è troppo giovane
fresco di scuola e spaurito
si è perso e non è di molto aiuto.
Puoi solo piantare le tende e accendere un fuoco,
preparare un buon grog di cordiale e limone
per riscaldare e rincuorare anche il tenentino.
Al mattino le braci poi serviranno a scongelare calze e scarponi
forse la bufera sarà passata, passa sempre.
Ci sono venuti a prendere dalla tana dei lupi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...