Notturno

Aveva fatto notte
e già la notte entrava nel giorno
ma volevo ancora qualche minuto
qualche ora ancora tra canzoni e sigarette
che il sonno venga quando proprio non se ne può più.

E’ allora, nel sonno, che di solito fugge
scivola silenziosa e invisibile tra gli alberi
percorre sentieri sconosciuti.
Ma io la conosco
so che arriverà alle rive del lago
resterà un poco e poi salirà veloce ai monti.
Forse incontrerà amici
madri
o me
o due bellissimi bimbi
si fermerà a giocare.

Succede così che a volte tarda a tornare
quando il sole è già alto,
ma torna sempre,
ogni mattina,
senza dire nulla dei suoi viaggi,
degli incontri,
dei giochi
e mi riconsegna al mondo.

E lo so che si stancherà un giorno
che ormai ha gli anni miei
e resterà alle rive
resterà felice a giocare
poi volerà come una freccia verso i monti
e non potrà più tornare.

Io da qui vorrei solo una mano per accompagnarmi ai monti.

2 pensieri riguardo “Notturno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...