Bella

Bella.
Quando sull’ onda delle mie canzoni canta
e non so dove le abbia mai sentite per cantarle così bene.
Bella.
A volte apro una finestra in cielo e dentro c’è un arcobaleno
e non so dove l’abbia visto per avere i suoi colori.

Un fazzoletto pieno di sole
un fazzoletto scuro e nero
un fazzoletto con una stella
nascosta dietro come la più bella.
E non è stella che ha sul vestito
ma sotto ha una rete d’illusioni
due fazzoletti sui seni colmi
e un ombelico profondo e chiaro.

Bella.
Come quel falco che passò sul mio balcone
anima volante dentro la mia finestrella.
Bella.
Come un disegno, un corpo dietro ad una vela
tolgo la vela e soffia ancor più forte il vento.
Bella.
col corpo lucido di splendenza, splendenza di schizzi e schiuma
non so se l’ho vista alla mia finestra o l’ho vista dentro la sua.

Ma non è stella che ha sul vestito
e sotto ha una rete d’illusioni
due fazzoletti sui seni colmi
e l’ ombelico profondo e chiaro.