Ritratto di fantasia

Ci sono giorni in cui la nebbia sembra salire dal lago
e le montagne sfumano, e le case, e le coste
ma non sono questi.
Questi iniziano con un chiarore leggero che entra dalle fessure degli infissi
e piano piano svaniscono le ombre notturne ai muri
la luce ci disegna altre figure attorno
come a vestire di nuovo quelle vecchie ombre.
So che fuori è guerra, e che le case svaniscono nelle nebbie e crollano
come non fossero cose sicure
qui invece la luce inganna e inventa e piano avanzano i colori.
Potrebbe sembrare sogno e sogno non è.
Sono pensieri lucidi che la luce segue, curva dopo curva
come fa la mano che appare dove non c’è
e che il sole salendo muove piano sul corpo che non c’è
l’ho detto, potrebbe sembrare sogno ma sogno non è.
Sono mani leggere di luce che danzano
sotto il pizzo delle tende
l’aria complice le muove un po’
al ritmo che io gli do.

3 pensieri riguardo “Ritratto di fantasia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...