Fiaba

Prendo il suo volto e lo scrivo
sotto ci scrivo le curve dolci delle spalle
e lo spazio tra loro dove riporre i baci.
Spalle che scendono a seni pesanti e sodi
e lì ci scrivo due frutti di ciliegio
saporiti e dolci
e anche un profumo di Venere.
E strano come il profumo si spanda
nella lunga pianura verso il monte
al centro della pianura ci scrivo solo una parola
forse un cuore
o un luogo
per un altro bacio
per una sosta lungo il cammino.
Poi scrivendo scrivendo si scende ancora
e le parole si fanno mute di silenzio
ma là sotto ci scrivo il suono che fanno i baci
nel nido delle fiabe e del raccoglimento.
E questo è tutto questo scrivere
una fiaba non ancora scritta che qualcuno mi ha regalato.

5 pensieri riguardo “Fiaba

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...