Due stivaletti rossi

Guardali!
Sono proprio come quelli che mi compravi tu, ai mercatini lungo le mura.
Che importa se oggi li vendono in questo centro commerciale pieno di luci e neon
tra i banchi dei dolciumi, del pesce e dei latticini.
Che importa se i nipotini domani li compreranno in qualche zona franca
o in qualche spazioporto in culo all’ universo.
Sono perfetti. Saranno per sempre gli stessi.
Li appenderò alla credenza, quella antica col presepe
perchè a me mi piace il carbone dolce
e dentro non c’è mai stato un pezzo di carbone vero.
Ci troverò dentro le stesse cose.
Ci saranno per sempre dentro le stesse cose.
Mamma m’avrebbe bacchettato per il “a me mi piace”
ma magari lo facesse ancora.

(perchè Mamma ora naviga su una portante acustica a modem spento
un sibilo, un suono da un mondo a fianco
dove ancora appare magicamente qualcosa sotto l’albero)

Ma questa non è una letterina
la letterina è solo un pensiero
e lei conosce tutti i miei pensieri
da quando “magicamente” apparivano i desideri sotto l’albero.
E il pensiero di lei è il suo regalo immenso
che da bimbo non potevo neanche sognare.

2 pensieri riguardo “Due stivaletti rossi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...