I coni del colore

Sono mondi altri che ho visto in sogno
un mix mai visto di cose già viste
che sono dove non dovrebbero essere
inizia con l’auto in corsa, su una strada conosciuta, verso dove non so
poi gli alberi uno a uno cambiano di forma e colore
come tanti cappellini di carnevale colorati
che a uno a uno perdono la punta, e fumano
un fumo colorato che colora tutta la via.
La strada stringe ancora e gli alberi mutano in pietre e muri
come un vicolo di un borgo antico tutto colorato
in fondo una piazzetta, e una curva scivolosa e stretta
il lago è la vasca di una fontana alpina
l’ auto ci finisce dentro ma non è la mia
è vecchia, verde e arrugginita
la puoi sollevare con le mani tanto è leggera
riporla nella piazzetta mentre la carrozzeria si flette e piega
come quella in lexan di un’automobilina.
Dalla piazzetta si vede una passeggiata a lago ma non c’è il lago
solo erba e case e colline multicolor
dalla passeggiata il paesaggio è bellissimo per i suoi colori
come un plastico ferroviario con uno chalet alpino in riva al mare
eppure c’è una gran tristezza
e sempre una grande consolatrice che mi accarezza i capelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...