Pensieri da un divano rosso, mentre passa un film d’amore.

Che posso dire dei suoi letti bianchi

dove l’immagino amante, nuda come una sposa

come fosse un futuro già vissuto

o un passato non so.

E non è di perdercisi in quei letti il timore

ma piuttosto di non sopravviverci

di rinascere in qualcuno che non conosco ancora

di vedermi riflesso negli specchi della sua stanza

piena del suo profumo come fosse tana di lupa

perchè di lupa ha i fianchi e negli specchi mostra anche i più nascosti.

Epperò qui il timore non è da meno

qui dove il sopravvivere è così faticoso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...