Anche l’occhio vuole la sua parte (extended version)

L’occhio segue l’onda e l’ onda scivola
scivola e scorre tra anfratti e tondezze
e nuda è l’onda e l’acqua danza
e danza e corre verso la valle.
Lei stesa prona, o supina è uguale
a mezza riva le scorre l’onda
e le tondezze son morbidezze
gli anfratti i lembi del costume
e l’acqua scorre dentro gli anfratti
il sole brucia attraverso il costume
e lascerà i segni del suo calore.
E s’incanta l’occhio a mirar la spuma
aria che l’acqua respira
spuma che penetra dentro gli anfratti.
S’incanta l’occhio a mirar tondezze
di pietra e carne, scolpita e liscia
lei calda e appagata sopra quel letto
bagnata le scintilla il sole sul petto.
E poi gli azzurri e i verdi a dismisura.
E l’occhio è l’onda
l’occhio che scivola e penetra senza paura
lei le tondezze che la pace all’occhio dona.

Un pensiero riguardo “Anche l’occhio vuole la sua parte (extended version)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...