Passando la porta della notte e il giorno uguali

L’acqua scende a cascatelle lungo il letto del torrente quasi secco
gioca a fare i mulinelli, accarezza dolce i sassi
il sole a picco brilla sulle ondine
e su di lei stesa come un’Ondina nuda dentro il letto
nei capelli brillan stelle mosse dalle onde di risacca
e tutto il corpo brilla lucido sul fondale.
La schiena un po’ inarcata, i seni sporgono dall’acqua
l’acqua che li fa duri e belli
l’inguine nudo immerso in acqua chiara e trasparente
in mano ha un unicorno ma su questo non vi dico niente
ondeggia con le ondine e Ondina si inarca sempre più.
Forse è lì solo per me quando vado alla sorgente
come un’onda di memoria, un ricordo bello
e non ne sa nulla l’altra gente
guardala è meraviglia che agitatamente eccita
come l’acqua che scorre sopra il sesso fa.
Per questo Ondina viene sempre il giorno al mio torrente
sa l’effetto che fa ma non le importa niente
gode sol dell’acqua che le scorre sul sesso
la notte è uguale, cambia solo il letto
e nella mia fantasia viene solo quando vengo io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...