La casa dei sogni

C’è un’uscita in fondo alla valle,
e ogni uscita è un’entrata
proprio là, dove l’airone spaventato dal suono prende il volo e la imbocca.
La imboccherò anch’io un giorno
la prenderò come fa il vento scendendo lungo il torrente.
E’ un’ uscita tra nebbie alzate dal sole,
nasconde posti assolati ancora da scoprire.
l’ acqua è già là, attraversa la luce
come una freccia che indica la via, e la prenderò.
Uscirò di là per entrare.
E sarò in salvo
come l’aria sopra al torrente sfociato nel lago
perchè il posto che più mi piace è d’aria,
non è fatto di cose ma d’aria attorno
piena di suoni e profumi
aria che segna i contorni alle cose che ci sono
e a quelle che non ci sono.
La casa dei sogni.

/*anche perchè dentro non si può fumare, che ci sono i nipotini, e poi le gonne senz’aria non si alzano*/

2 pensieri riguardo “La casa dei sogni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...