Adamo, e due poesie di Amalia Guglielminetti

Il desiderio

Pur taciturno è il desiderio.
Saggio sembra, ma in fondo alle pupille cova
la vïolenza del suo cuor selvaggio.
L’amore è sorda lotta,
è dura prova per chi assai l’ama,
e a molti impeti sciocchi avventa chi ben cerca e male trova.
Questo imparò colei che smarrì gli occhi dietro i suoi sogni e ride ora,
ma batte le ciglia perchè il pianto non trabocchi.
Poichè, se alcun le sue treccie ha disfatte,
od impresse d’un morso la sua gola,
o lasciò le sue labbra più scarlatte,
ella è pur sempre quella che va sola.

Amalia Guglielminetti

Le seduzioni

Colei che ha gli occhi aperti a ogni luce
E comprende ogni grazia di parola
Vive di tutto ciò che la seduce.
Io vado attenta perché vado sola
E il mio sogno che sa goder di tutto
Se sono un poco triste mi consola.
In succo ho spremuto ogni buon frutto,
ma non mi volli saziare e ancora
nessun mio desiderio andò distrutto.
Perciò, pronta al fervor, l’anima adora
Per la sua gioia, senza attender doni,
e come un razzo in ciel notturno ogni ora
mi sboccia un riso di seduzioni.

3 pensieri riguardo “Adamo, e due poesie di Amalia Guglielminetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...