Il mio angelo (rivista)

Un giorno verrà il mio angelo
quello che chiamiamo il custode
e che scorgo a volte, sulle cime dei silenzi
quando sto in ascolto sui muretti di pietra a lago
verrà su un’ husqvarna rossa fiammante
proprio quella che desideravo al posto del mio Motobi blu scassato.

Gireremo per le cave d’argilla oltre il bosco
e guaderemo i fiumi
ci infangheremo fino alla pelle nuda.
Avrà una chitarra rossa sulle spalle
proprio come la mia
al posto delle ali
e faremo concerti in tutto il mondo!

Poi, mai stanchi, andremo a donne
lui saprà da chi andare,
e mi porterà anche a trovare amici
e parenti.

Proprio come i miei cari vengono, la notte
a trovare me.
Ci divertiremo un sacco.

2 pensieri riguardo “Il mio angelo (rivista)

  1. Quell’angelo, che ci cammina accanto, sarà vicinissimo in un percorso speciale,in cui apprezzare il lato selvaggio della campagna, e il suo incontaminato silenzio. Ritrovare, poi, il fascino, d’affetti cari, mai dimenticati, gli stessi, che la notte, si fanno trovare….
    Poesia bellissima, come ogni tua…
    Buon pomeriggio e un saluto, Franco, silvia

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...