Novembre

Passavo ai bordi di un campo ieri
il sole era appena calato
i colori stavano svanendo in una scala di grigi.
Passavo a bordi di un campo
l’ auto in silenzio elettrico
nel campo un albero, solo, e un cespuglio a fianco
la nebbia saliva lenta a prenderseli
come  un espiro bianco della terra.
Pareva un paesaggio da fiaba di Novembre.
Fiaba non vera, nell’ abitacolo il clima puntato a 21
teneva l’ aria asciutta e calda.
Avrei potuto fermarmi, e farlo vero quel paesaggio
toccare con mano il freddo, l’umido e l’ albero
ma più avanti mi aspettavano altre cose vere.
E dolcetti, e scherzetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...