I nuovi Lilith

“Imagine there’s no countries
And no religion, too”

Forse non è una visione utopistica del futuro ma del passato
-Imagine Lilith living life in peace-

Quando Lilith uscì dalle acque aprì gli occhi alla luce
la terra era asciutta, accogliente e colorata
piena di alberi su cui andò a rintanarsi.
Stava distesa sui rami, a scaldarsi il sangue al sole
stava distesa e si bastava
il mondo così si riempì di Lilith
mentre gli alberi riempivano d’ ossigeno l’aria.

Un’aria così leggera, profumata e invitante che alcune misero ali per navigarla
poi braccia per scendere a terra tra l’erba
e gambe, con tutto quello che c’è ancora oggi tra le gambe.

Non era più lei, pur essendo sempre lei
ma qualcosa di più forte, per spostarsi
esseri più intelligenti, forse
di sicuro più stronzi.

E se la mangiarono.

Per questo è indimenticabile
è dentro tutti noi
letteralmente.

Guardando agli alberi sognamo i sogni che sognava.

E ci manca, costretti sempre alla ricerca del sesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...