Attese e disattese

Anche questo m’ha insegnato.

In una domenica grigia

che non si poteva scendere a mare

si stava alla finestra della colonia a guardare la strada

e poi arriva un guzzi, rosso fiammante

col volano cromato che gira e gira veloce.

Si ferma, è il figlio del Bedetti

lei non può venire, dice, ma ti manda questo

e tira fuori dalla borsa con le sue mani grosse un pacchetto.

Una torta, la preferita,

quella di pane e uvette

che le signorine volevano sempre la ricetta

e non la sapevo mai.

Una fettina al giorno

così da averla qua per più mattine,

proprio non poteva

non è mai stata colpa sua.

Un pensiero riguardo “Attese e disattese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...