Giro vagando

È solo un piccolo paesino sulle sponde

di un piccolo lago

quattro case e un solo sentiero

che va sulla riva.

E non è l’ uomo non è il ragazzo

che va girovagando

non è la ragazza carina

che si affaccia al balcone a guardare.

Forse le assomiglia un poco

forse non è neanche lei,

forse è solo vestita degli stessi colori.

Si affaccia una signora al balcone

dentro ha gli stessi colori

ti guarda passare vagando

ma sì forse non è neanche lui

così rientra nelle sue stanze

ha un baule che le racconta di lei.

Dietro ogni foto una data

sopra ogni data una foto,

e un vestitino leggero.

 

http://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=54203

Morire

Morire a volte è una stanchezza improvvisa

un silenzio profondo del cuore

e ti sdrai, dove sei, a riposare

ad attendere un battito.

Qualcuno poi finirà di raderti

per farti presentabile

asciugherà il sapone e se ne scorderà,

qualcun altro non lo scorderà mai.

Altri ti aspettavano.

Ti cerco

Ti cerco,
a ogni curva di gioia
quando il cuore impenna e vuole dirtelo
che a lui non basta.
Ed è solo uno il nome
uno e mille, così generico
è questo l’ alibi
perchè Nella non c’è più,
ha lanciato l’ ultima monetina
che è rimasta sospesa in aria.
Al posto del sole.

Mamma invece è sempre viva.

S’è solo fatta piccola
e accucciata tra le bambole
come le bimbe che credono così di non essere viste.
Così la chiamo forte,
come a dire t’ ho visto!
e le mostro l’ ultimo desiderio.
E so già la risposta.