Dickinson – poesie

J517 (1862)

Si stacca – come le Foglie –
E poi – si chiude –
Poi si ferma sul Berretto
Di un Ranuncolo Qualsiasi-

E poi corre incontro
E rovescia una Rosa –
E poi non fa Nulla –
Poi su una Vela maestra – se ne va –

E dondola come Pulviscolo
Sospeso nel Meriggio –
Incerto – se tornare Disotto –
O sistemarsi sulla Luna –

Cosa avvenga di Lui – la Notte –
Il privilegio di dirlo
È limitato dall’Ignoranza –
Cosa avvenga di Lui – il Giorno in cui –

Il Gelo – s’impossessa del Mondo –
In Segreti Scrigni – si rivela –
Un Sepolcro di bizzarra Lanugine
Un’Abbazia – un Bozzolo –

Traduzione di Giuseppe Ierolli

 

Un pensiero riguardo “Dickinson – poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...