Anima muta

https://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=52908

 

Stava lì, sospesa,
si vedeva bene nell’ abitacolo pieno di fumo
sembrava come al bancone di un bar, strafatta
e beveva,
e fumava quelle super slim lunghe da zoccolona,
doveva aver ballato nuda sul cubo tutta notte.

Solo che il fumo era il mio
e l’ anima anche,
Nell’ aria fredda del mattino riprese a ballare
Non servì dirgli che ero stanco
sembrava sorda
nemmeno mostrarle le labbra, che leggesse,
sembrava cieca
e non diceva nulla
come muta.

Non diceva di primavere future
nè di prossimi inverni.
Non parlava di gioia
o dolore
solo si mostrava. e mi teneva sveglio,
io la pregavo di lasciarmi addormentare
che ero stanco, tanto stanco.
Ma lei non ascoltava più nulla.
E così
sono ancora qui.

 

as47

Annunci

3 pensieri riguardo “Anima muta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...