Mary

E’ andata all’ incontro.
Gli hanno messo l’ abito più bello,
quello che non sa di avere,
e lo bruceranno.
Per un po’ non ci si crederà,
la si cercherà tra gli alberi in riva al lago
poi resterà qualcosa che non muore.
Mai.

Foto mia, casa sua.

1

aggiornamento..

mariuccia)

Annunci

5 pensieri riguardo “Mary

  1. Buongiorno Franco.
    Sono felice di essere approdato a questa poesia e al tuo blog tramite le virtuose sinapsi del web (Flavio Almerighi).
    Vuoi il contenuto, vuoi l’omonimia (si chiamava Maria, ma noi la chiamavamo Mary – in barba all’anglofobia da “perfida albione” che ancora la segnava), vuoi il fatto che anche per me fosse una “zia” (leggo qui nei commenti), la tua commovente, splendida poesia, me ne ha rievocata una mia: nel caso, la trovi senza titolo nella sezione “Vecchie poesie” (poesie ante-blog che ho “messo” lì), “cauto scivola il piede…” (ma mi hai fatto venire voglia di ricordarla con un nuovo post a lei dedicato).
    Complimenti.
    A presto.
    Paolo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...