Evaporato

http://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=49438

Le braccia furono le prime,
indicando al cielo,
Poi il resto evaporò in una nuvola di fumo,
proprio la sera dei fuochi sul lago
in un cielo rosso rosso sull’ acqua nera..
Ma lui era lì
e se ne accorse.

E fu così.

Contò lentamente le parole dette e non dette,
diluendole nelle lacrime piante.
Poi tirò un sospiro e sparse il fumo nell’ aria.
Restò solo un odore pungente.
Quindi chiuse la finestra,
spense la luce
e il fumo si spense nell’ acqua dolce del lago.

E resterà così.

Solo un sospiro mai svanito.

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...