Visioni

C’è come un foro nelle nuvole
nuvole scure in un cielo nero.
Tra i bordi dorati e brillanti si intravede una luce vivida
Poi, all’ improvviso, tutto va in negativo
il cielo e le nuvole si fanno sempre più chiare
quasi dello stesso colore
e dai bordi sempre dorati si intravede un altro cielo
Scuro, nero, che piano piano si riempie di stelle.

Ma ecco che il cielo si fa rosso
e iniziano i lampi..

Forse è ora di togliere i pollici che premono gli occhi
e vedere che il cielo è sempre azzurro
con in più uno strano sole
impresso sulla retina.
Forse è anche ora di smettere di far sti giochetti
e smettere di fare il bambino,
che ne ho già fatti due,
e a loro volta altri due.
Ma tant’ è..
non è giocando che si impara?
O sbagliando?

art-fractal

Di-amanti

Mettevamo rami
e foglie
gemmavamo a primavera
e non si temeva inverno.
Giocavamo in riva al lago
ad agitare le braccia al vento

e a catturarlo,
il sole ci scaldava
prima della bufera che ci ha seppellito.

Ora siamo due diamanti
non temiamo inverno
ma ognuno potrebbe scalfire l’ altro

Cogli l’ attimo

Quanto dura un attimo?
#define(attimo)=1
Un secondo?
mezzo?
Meno?
Ok.
Resta in ascolto.
PinMode(attimo,input)
Attaccaci un’ interrupt.
attachInterrupt(1, attimo, RISING);
Puoi coglierne millemila, ogni secondo.

Senza fallo.

Poi li passi in rassegna
e non c’ è quell’ attimo
l’ attimo di cui tutti parlano
l’ attimo famoso.

Non dev’ essere una questione infinitesima di tempo.
Ma un infinito tempo.
Espanso in più vite intere.

Senza Tempo, Billy Collins

Di corsa, in questa mattina di un giorno feriale,
do un colpo di clacson mentre passo accanto al cimitero
dove sono sepolti i miei genitori
uno accanto all’altro, sotto una lastra liscia di granito.

Poi, per tutto il giorno, penso a lui che si tira su
e mi lancia un’occhiata
di familiare disapprovazione,
mentre mia madre, con calma, gli dice di rimettersi giù.   

 

Billy Collins, di New York..   fa vivere le parole di vita propria..