Julian Zhara — Interno Poesia

Che geloso com’ero del tuo passato di un uomo soltanto: tuo padre, di te, delle altre, da prima, l’uomo su cui hai modulato l’idea di uomo nel lastricare il percorso di mimi fuggendo o calcando l’immagine miliare, i volti degli altri uniti a creare uno suo: sbiadito. Di nessun altro sono mai stato geloso. Ne…

via Julian Zhara — Interno Poesia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...